Controversa incontra: Pollaz

Pubblicato il
3 Nov, 2020

Con lei abbiamo realizzato e lanciato il nostro primo progetto legato a Controversa ad Ottobre 2020.

Con Paola Colombo (aka Pollaz) abbiamo realizzato e lanciato il nostro primo progetto Controversa alla fine di Ottobre 2020. Paola è stata volutamente una delle prime persone a cui abbiamo raccontato la nostra idea di packaging reversibile: eravamo sicure che, come dicono gli inglesi, il nostro era un “match made in heaven”.
Abbiamo fatto una piccola chiacchierata con lei, all’inizio di questo 2021: idee e progetti nuovi, condivisi e illustrati dalla sua mano inconfondibile non mancheranno nemmeno in questo nuovo anno ma per ora questo è solo un piccolo teaser.

Ciao Pollaz! Noi ormai ci conosciamo già da un po’ ma ci piacerebbe che tu ti presentassi nuovamente: ci piacerebbe farlo però in modalità Controversa! Pensando a una scatola che racchiuda un kit che ti racconti, cosa troveremmo?


Ciao! Per chi non mi conosce mi chiamo Paola ma ormai da diversi anni sono più conosciuta come Pollaz; vivo a Verona e ho 38 anni. Nella mia scatola sicuramente ci sarebbe qualcosa legato al mio lavoro come un quaderno, una matita e una macchina da cucire, siccome però ho una grande passione per le miniature facciamo che la macchina da cucire è piccola piccola :) Trovereste anche tante foglie secche da poter colorare e aggiungerei anche qualcosa da mangiare, un croissant magari, così la scatola profuma di burro.

Quali sono gli aspetti del tuo lavoro che ti piacciono di più?


Amo poter gestire il mio tempo, poter lavorare a qualsiasi ora oppure quando ci sono dei giorni da non fare altro per distrarmi. Amo essere circondata da stoffe e colori e sono ogni giorno felice, felicissima, di essermi davvero  inventata un lavoro che mi permette di fantasticare e creare ogni giorno.

Guardandoti indietro, cosa ha rappresentato una sfida nel tuo percorso professionale?


Ogni giorno è una piccola sfida perché lavorando in autonomia bisogna cercare di non smettere mai di incastrare progetti, scadenze e creatività. Non è sempre facile ma sono felice che anche questa “difficoltà” faccia parte del mio lavoro.

Quali sono stati invece i momenti particolarmente luminosi?


Da quando mi sono licenziata nel 2015 e “Pollaz” è diventato il mio unico lavoro la mia vita è davvero luminosa. Al di là del “peso” di un lavoro che non faceva per me, l’opportunità di essermi fatta conoscere da molte persone che mi dimostrano ogni giorno di apprezzare la mia visione e il mio modo di creare e disegnare è davvero più di quanto potessi immaginare e sperare.

 pollaz controversa

Perché hai scelto Controversa per il tuo business?


Quando si compra online è un po’ sempre Natale. E’ vero, non ci sono sorprese perché sai già cosa conterrà il pacco ma ho sentito il bisogno di un qualcosa che offrisse una valore aggiunto e che sapesse rendere unica ed in linea con il mio immaginario l’esperienza di “unboxing” Non da meno vi è l’aspetto ecologico: per il mio lavoro compro molto online e cerco di riciclare il più possibile, dagli imballi al materiale di confezionamento delle spedizioni, in modo da non sprecare nulla. Con Controversa si può dare una nuova vita all’imballo.

Abbiamo visto che hai utilizzato la tua Controversa per conservare la tua collezione di bottoni: ci sono altri usi che vorresti farne?


Assolutamente! Nell’armadio ho messo uno dei miei maglioni preferiti con una strisciolina di carta d’Armenia per profumarlo mentre in una di quelle più piccole la mia collezione di spillette.

Controversa nasce come strumento per diversi business quindi anche per il tuo: cosa desidereresti per il tuo futuro professionale? Ci sono altri strumenti di cui senti la necessità?

Sto lavorando proprio in questi giorni alla stesura di un progetto a cui tengo molto e mi piacerebbe molto includere anche una nuova Controversa… per ora tengo le dita incrociate!

A chi consiglieresti Controversa?


Mi sento di consigliarla a chiunque, piccoli brand, ma non solo, a chi voglia, come me, aggiungere personalità e calore a tutta l’esperienza di vendita e di acquisto, online così come offline.

 controversa e pollaz

 pattern controversa pollaz